INFATUAZIONE

Dopo avere pensato questa parola diverse notti fa, ho poi passato cinque giorni per ritrovarla:
lo capisco, è facile che ricada nella rimozione la parola che designa la fatuità seriosa in cui viene sistemato il pensiero dopo la sua serietà nella prima infanzia.

Rieditarlo – meglio che “tornare” a esso – fornirebbe l’unica speranza, quella della salvezza.

Una parola, questa, in cui non siamo seri, perché ignoriamo che significa salus-salute, quella del pensiero anzitutto.

Dopo millenni di “manfrine” su “Dio”, non siamo capaci di pensarlo come sano nel pensiero (e di pensare che se è pensa).

Ma allora perché fidarci?, fidarci di qualcuno?

Grandezza e infinità sono pensieri fatui.

lunedì 4 settembre 2017

 

Apri file

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dim.
pdf 170904TH_GBC3 96 KB

Copyright © 2018 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016