10° – L’A-PRIORI KANTIANO

Corso 1994-1995
A NON È NON A

 

 

Abbiamo l’occasione per comprendere meglio perché senza pudore abbiamo introdotto la parola «verginità»: la concezione secondo cui le pudenda sono «funzione animale» costituisce un’opposizione frontale, è il manifesto dell’antiverginità. Abbiamo chiamato «verginità» il fatto che i sessi, prima di esercitarsi nella riproduzione e nel piacere sessuale, si esercitano come il passe- par-tout di tutti i rapporti. Il talento negativo applicato ai sessi significa: non appoggio sul mio sesso alcuna pretesa riguardo all’altro e non ne faccio una fonte di diritti.

Anti-kantismo teoretico e kantismo organizzativo

Vediamo una concezione sindacale del tempo (il tempo del lavoro e il tempo del non lavoro) e una concezione evolutiva (la psicologia dell’età evolutiva, con questa brava adolescenza piazzata nel mezzo): entrambe sono sottoprodotti della medesima concezione del tempo come categoria a priori. L’organizzazione giovanile è diventata, nel nostro secolo, l’imperativo di qualsiasi modalità di approccio all’esistenza o esperienza: deve esserci l’organizzazione giovanile ossia adolescenziale, con addirittura una suddivisione per fasce temporali unita a una concezione dilatatissima, in termini cronologici, dell’adolescenza.

Simultaneamente, in altra sede (intendo proprio in questa, di questo ateneo), si insegnava l’anti-kantismo, con uno split verticale del pensiero per cui da una parte si era organizzativamente kantiani, mentre dall’altra si criticava Kant dai banchi universitari. I pensieri dei filosofi del passato oggi sono passati a esistere allo stato pratico: Kant esiste nelle organizzazioni giovanili, per il semplice fatto che esse esistono. Ecco il motivo per cui la critica dei filosofi è una risibile perdita di tempo.

Allora è fotograficamente corretta la seguente osservazione: possiamo ben dire che da alcuni secoli l’umanità intera è stata messa al lavoro per fare entrare storicamente nelle nostre vite individuali, e in partenza, l’errore rappresentato da queste concezioni di tempo e spazio. L’umanità non è stata messa al lavoro anzitutto nell’ufficio o nella fabbrica, bensì è stata trattata come un immenso atelier di realizzazione pratica di ciò che andiamo criticando; messa al lavoro realmente: concezione sindacale della vita psichica, concezione lineare della vita umana, dalla vita alla bara.  …

Leggi tutto


Pronunciato il 1 aprile 1995
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
I testi relativi agli interventi di questo Corso sono stati raccolti nel volume A non è non A, Sic Edizioni


Download

File Dimensione del file
pdf 950401SC_GBC3 649 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi