10° SEDUTA – LA TEORIA DELL’ISTINTO COME NEMICO DEL PENSIERO

Seminario 1999-2000
LA SCIENZA DELLA PSICOPATOLOGIA COME SCIENZA DEL COMANDO

HANDICAP PSICHICO A CONFRONTO CON NEVROSI E NORMA, ATTRAVERSO L’ESAME DELLA DISTORSIONE CHE RISULTA NELLE SEGUENTI FACOLTÀ E ALTERNATIVE PRATICATE DAL SOGGETTO:
I) tempo/accadere/realtà

 

Si tratta del vizio di ingratitudine. Ingrata oltre che perché spiacevole, anzitutto per i bambini, per il vizio di ingratitudine. Noi saremo giudicati per le nostre teorie. Quando saremo giudicati per i nostri delitti, saremo giudicati per le nostre teorie. La teoria è contro il pensiero … La teoria è innocente allorché si occupa di corpi non pensanti. Dunque la teoria fisica merita di essere chiamata così, non nuoce, non è ostile a nessuno. Quando si ha a che fare con corpi pensanti la teoria è ostile al pensiero. Ed è tutta sempre e comunque patogena. È ostile a quel pensiero che sarà lui a fare la legge. Quando c’è corpo pensante non c’è alcuna legge già fatta: ci pensa il corpo pensante. Il corpo pensante potrebbe anche essere Domine Iddio. La teoria di Newton è legittima e onesta perché non parla di corpi pensanti. Dunque massima è l’imputabilità di tutto ciò che è teoria, allorché si tratta di corpi pensanti, ossia di corpi come ne abbiamo parlato per anni nel seminario Aldilà.

Ritengo che la novità del presente anno, e Pietro ricorda come abbiamo cominciato a pensare l’inizio di questo corso, che partisse dall’occuparsi di bambini. Non che del bambino non abbiamo sempre parlato, e della psicopatologia precoce, ma un posto speciale ha acquisito quest’anno il posto del bambino fino a essere la prima novità di quest’anno.

Mi auguro che così come l’anno passato è uscita un’enormità di cose riguardo alla psicopatologia, la novità di quest’anno, anche se il corso proseguirà diversamente, sia l’affondo riguardo al bambino.

Con la solita rapidità a me verrebbe da dire che siamo sempre lì alla fin fine, gira e rigira, ad andare ad aggrapparci alle colonne di San Pietro. Il totalitarismo per quanto riguarda il bambino si chiama eziopatogenesi. Il totalitarismo riguardo al bambino ha, è suscettibile di una definizione come questa: il primato dell’educazione.  …

Leggi tutto


Pronunciato il 25 febbraio 2000
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
Testo non rivisto dall’Autore


Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.