14° – SESSUALITÀ E PERDITA DELLA DOTE INIZIALE

Corso 1995/1996
“UNIVERSITÀ”. RI-CAPITOLARE

 

 

Glauco Genga

Abbiamo sentito dal Prof. Vico che l’uomo è un essere educabile. E nel commento di Giacomo B. Contri che quando intendiamo l’educabilità distinta dalla correggibilità, questo è un errore. Non partire dalla legge di moto dei corpi come legge di soddisfazione già matura in partenza è un errore. Quindi tutta la pedagogia moderna almeno è dentro questo errore, forse anche peggio. Parlare così di educazione come se non si partisse da una legge già matura nel Soggetto, parlarne così o trattare i nostri figli o gli allievi in questo modo, noi stessi saremmo a rischio di corrompere questi soggetti.

Mi è sorta la domanda: in che rapporto è questo errore con l’errore che abbiamo chiamato sessualità, che Giacomo B. Contri ha scritto essere l’errore filosofico dell’umanità? Sembrerebbe che la sessualità sia un errore antico, non moderno. Questo errore, l’educazione così intesa, si regge sull’Altro, si potrebbe sostenere senza l’errore sessualità? Così come questo, potremmo scoprire che ci sono altri errori ancora con cui abbiamo a che fare, nella vita personale di ciascuno, ma che riguardano tutti?

Giacomo B. Contri

Il primo errore è quello di non riconoscere il Soggetto come già dotato. Trovo felice l’espressione “già dotato” dato che trovo che la parola dotato in questo caso può benissimo preso nel senso della dote o la dotazione. È dalla dotazione che si parte, anche se la balia non aveva assolutamente di starmi dotando. La dote non è un’elargizione ma è un mezzo di produzione, a farla valere. Ogni tanto preferisco esprimermi con termini asciutti come questi, come si dice mezzi di produzione, macchinari che almeno ci aiuta a toglierci le idee lunatiche — a parte che la parola lunatiche va benissimo: se è lunatica non è tipica — che ci sarebbe uno psichismo in sé stesso, un qualche nocciolo di psichico in sé. Lo psichico è la dotazione stessa. È la dote di partenza. Non esiste altro psichico che non sia già e tutto in questa dote e nei suoi sviluppi, un po’ come si dice che una certa storia ha i suoi sviluppi.

Il nesso sta nella relazione che ora chiamo causale tra la caduta, la perdita di questa dote e l’introduzione della sessualità, della dimensione astratta de il sesso. …

Leggi tutto


Pronunciato il 1 giugno 1996
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
Testo non rivisto dall’Autore
I testi relativi agli interventi di questo Corso sono stati raccolti nel volume «Università». Ri-capitolare, Sic Edizioni


Download

File Dimensione del file
pdf 960601SC_GBCb1 375 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.