3° SEDUTA – L’INCONSCIO, O LA MEMORIA DELLA LEGGE. SEGNALAZIONI

Seminario 1999/2000
“L’EREDITÀ FREUDIANA NEL PENSIERO DI NATURA”

 

 

Ora, senza dilungarsi sul fatto che la storia dell’abito,… e chi ci è stato attento poi si è anche accorto che l’abito è l’etica, anche etimologicamente. L’abito da sera, o quant’altro, è solo una delle varianti fisiche dell’etica, della legge dell’abitare.

Ora volevo suggerire due temi, uno dei quali esplicitamente, l’altro implicitamente, usciti questa sera, perché ci si pensi.

Uno a proposito del trono e dell’altare che vacillano. Hai detto tu stesso la frase «la fede di chi ha perso la fede». È un fatto notevole. In fin dei conti sarebbe notevole che tutti coloro che sono credenti si accorgessero che il mondo religioso è fatto di gente che hanno la fede di chi ha perso la fede. La predica della domenica è la messa in scena della fede di chi ha perso la fede. È n volte percentualmente maggioritaria. Trovo ingente il fenomeno della fede di chi ha perso la fede.

Noi la fede di chi ha perso la fede la scopriamo nel bambino dopo i 5, 6 o 8 anni, allorché si ristabilisce una fiduciosità nel genitore che è il risultato dell’avere perso ogni fiduciosità nel genitore. Una volta che a me stesso si sono snebbiati gli occhi o il cervello su questo punto, diventa persino facile descrivere lo stato di vita, l’attività quotidiana del bambino che ha ristabilito una fede, fides, fiducia, nei genitori che è soltanto il riabbigliamento di una fiducia nei genitori assolutamente perduta e senza ritorno. Quelle cose di cui si dice «Indietro non si torna».

Secondo tema, lo x di chi ha perso x, in questo caso lo y di chi ha perso y, è il caso dell’amore di chi ha perso l’amore. Ambedue i casi, la fede di chi ha perso la fede, l’amore di chi ha perso l’amore, si chiamano «formazione reattiva», soltanto che Freud l’ha connessa soltanto al secondo caso, l’amore di chi ha perso l’amore.

La fede di chi ha perso la fede non era stato ancora rilevato. Il caso dell’autistico è quello di chi non ha neanche cominciato da una fede perdibile. Non parte neanche dalla fede nell’altro.  …

Leggi tutto


Pronunciato il 12 dicembre 1999
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
Testo non rivisto dall’Autore


Download

File Dimensione del file
pdf 991203LP_GBCb1 394 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi