3° SEDUTA – TRATTARE CON LA PATOLOGIA DELL’ALTRO COME L’AVVOCATO DELLA SALUTE

Seminario 2003/04
IL MIO RAPPORTO CON LA SALUTE
O PATOLOGIA DI UN ALTRO.
LA PSICOPATOLOGIA COME FELIX CULPA

 

Noi parliamo sempre come se i nostri stessi clienti fossero qui ad ascoltare quello che diciamo. Ritengo però che una distinzione vada mantenuta tra coloro che sono qui, che fanno parte di questa comunità di lavoro, e tutti gli altri che ne possono fruire.

Io che sono l’ultimo dei convertiti al sito, potrei essere un buon esempio. Secondo me, la partecipazione a Lavoro Psicoanalitico è riservata a persone che hanno pratica del divano, magari iniziale. Il che significa che quanto al risultato di un testo scritto, vale la distinzione fra chi, per il solo fatto di potere essere qui, può aprire la bocca per parlare, e altri che no: altro è poter leggere quel che è stato detto. Anche la CIA… noi siamo gentili con la CIA, le risparmiamo i costi del venire a indagarci, forniamo noi i materiali: lo dico come illustrazione dell’universalità di quel che si va dicendo. Mentre il titolo per parlare è di chi ha titolo di partecipazione a questo consesso. Ne risulta una limitazione in ingresso, e in uscita un’estensione. Ho solo portato un argomento: quel che dice un analista dovrebbe essere o è sempre stato, almeno in linea di principio, aperto a chicchessia. Anche quando si parla in quattro o quaranta, ognuno badi che se sta parlando di qualcuno che potrebbe essere riconosciuto, è bene che ne parli come se parlasse davanti a quarantamila. Ivi compresa la persona direttamente interessata. Questo lo faceva già Freud nei suoi primi articoli. E del resto è un buon criterio per ciascuno saper parlare della persona interessata davanti a quarantamila senza che i trentanovemilanovecentonovantanove si voltino verso quell’una dicendo «sei tu!», che sia la mamma del piccolo Hans o Anna O. Chi ha altre opinioni, le dirà. …

Leggi tutto


Pronunciato il 19 dicembre 2003
Trascrizione a cura di Sara Giammattei
Revisione di Glauco Maria Genga
Testo non rivisto dall’Autore


Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.