4° – IL REGIME GIURIDICO DELL’APPUNTAMENTO

Corso 1996-1997
ISTITUZIONI DEL PENSIERO LAICO: L’ESPERIENZA GIURIDICA

 

 

Una piccola osservazione per introdurre una questione. L’osservazione è a partire dal tema della persona importante che è sempre altrove. Osserverei che nel definirla come «la persona importante», sia essa Dio o il signor X, anteriormente al suo venire o al suo non venire, si afferma un ruolo, non un lavoro.

Prima conseguenza: se Dio o il Signor X non vengono e sono gli eterni assenti, vanno chiamati con il loro nome: sono degli isterici. Ce l’ho con tanti autori, per esempio con Ionesco; obietto non al contenuto dei pensieri di una serie di teologi, ma al fatto che essi chiamino questi pensieri teologia: piuttosto che parlare della morte di Dio si parli di morte della teologia: se Dio è assente, abbiamo fatto della psicopatologia, abbiamo qualificato Dio come isterico. Rifiuto di chiamarla teologia: fine della teologia.

La seconda considerazione. Abbiamo definito l’isteria con una battuta: «Aspettami, io non vengo», secondo un preciso rapporto giuridico che è il rapporto chiamato «appuntamento». Se verrai, o Dio, applaudirò a te e sarò uno dei tuoi discepoli: è una sanzione a Dio, sanzione premiale; se non verrai, non istituirò il rapporto con te: anche in questo caso si tratta di autentica sanzione, una delle più grosse nella vita. Senza possibile distinzione fra diritto e morale.

Nell’ascoltarla ho avuto una buona ragione di sin-patia. Nel riferirsi a Madinier, ha espresso una nota autobiografica e anche fatto un’allusione alla religione cattolica… Anch’io mi sono sentito autobiograficamente interpellato. Nel nostro iter solo molto tardi abbiamo incontrato la parola diritto in accordo con una celeberrima espressione di Freud, che ha poi dato origine a Il disagio della civiltà: «L’io non è padrone a casa sua», dove la parola «padrone» descrive il sovrano che sta bene in casa sua ed esprime il concetto di agio – niente a che fare con comando. Il disagio descritto da Freud è in rapporto a tutto l’universo. Lo abbiamo riconosciuto anche come guerra civile non combattuta e come patologia nel proprio corpo e nel proprio pensiero.  …

Leggi tutto


Pronunciato il 25 gennaio 1997
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
Testo non rivisto dall’Autore
I testi relativi agli interventi di questo Corso sono stati raccolti nel volume L’ esperienza giuridica, Sic Edizioni


Download

File Dimensione del file
pdf 970125SC_GBCa3 397 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi