4° SEDUTA – IL TRANSFERT, O L’AMORE. CHI È L’ANALISTA

Seminario 1999/2000
“L’EREDITÀ FREUDIANA NEL PENSIERO DI NATURA”

 

 

Berremo alcuni champagne, tra cui uno offerto dalla Dott.ssa Maria Saibene e quindi questa sera termineremo un po’ prima per un saluto di inizio anno, fine secondo millennio e non inizio del terzo. Sono puntiglioso; in modo che sia ulteriormente chiaro che tra inizio e inizio millennio non c’è assolutamente niente in comune.

Inizieremo subito e sarà Alberto Colombo a occuparci, a intrattenerci questa sera sull’argomento del nostro seminario. Io parlo anche al posto di Sandro Alemani che è stato aggredito, abbastanza brutalmente, dall’influenza. Neanche si scusa, perché non c’è ragione di scusarsi.

Lasciatemi solo dire una parola. Stante accadimenti che non meritano la cronaca, di oggi, recenti, una meditazione sapienziale da parte mia è questa: bisogna davvero, ma in certi casi è arduo distinguere: in questo momento della mia vita a me risulta arduo, però ritengo che resti intatta, malgrado l’arduità, la distinzione tra farabutti. Continuo ad aderire alla distinzione tra farabutti, che peraltro a noi risulta. La prima è quella dei farabutti, popolarmente anche detti «figli di…», di stampo evangelico, pubblicani, prostitute, e forse è meglio starci più attenti e non averne un’idea edulcorata. Un altro tipo di farabutto, magari meno appariscente: parliamo di perversione… Ma questo è un commento fuori campo. Ritengo che la distinzione vada mantenuta, anche se a volte è ardua.

L’altra e unica osservazione è questa: non perché inizio d’anno, ma solo perché da circa un mese o poco più il direttivo ha significato a una serie di persone una definita, anziché indefinita, posizione nel nostro consesso societario e con le debite distinzioni su cui non torno. In quel foglio noto a quasi tutti è stato ribadito il principio che l’analista è uno che si autorizza da sé, ma in sé l’autorizzarsi da sé, da ribadire con tutti i mezzi, con tutte le forze, è uno delle applicazioni di un principio di libertà che tenga. Se uno non si autorizza da sé da analista, uno non potrebbe autorizzarsi da sé a intrecciare una relazione con un’altra persona, in special modo altro uomo o altra donna. È la medesima cosa. Ritengo che il cenno appena fatto si immetta in ciò che dirà Alberto Colombo.  …

Leggi tutto


Pronunciato il 7 gennaio 2000
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
Testo non rivisto dall’Autore


Download

File Dimensione del file
pdf 000107LP_GBC1 465 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi