5° – ORGANISMO E CORPO

Corso 1999/2000
RICCHEZZA E POVERTÀ. IL LEGAME SOCIALE E IL SUO DISSESTO

 

 

000226SC_image

Questo è l’aldilà. Ossia questo è il corpo. Ma riprendo dalla prima frase che è più completa: questo è l’aldilà, reale, da prendersi come reale, implicando nella parola reale i tratti della visibilità, della sensibilità. Niente di visionario o da tempi futuri. La sola condizione è che questo posto, S, iniziale di Soggetto, sia fisicamente occupato da un organismo. Tutto lì. Fisicamente occupato da un organismo è solo un altro modo per dire: con tutti i requisiti della sensibilità. Reale è il corpo e non l’organismo.

Ancora recentemente ho visto una certa pubblicazione che dava per reale l’organismo e per immaginario il corpo. Reale è il corpo e non l’organismo, perché reale è tutto ciò — non tutto ciò che si incontra — che si incontra nella sua legge. L’organismo è reale se e solo se è incontrato nella sua legge. Eccola. Uno dei due posti della quale è sensibilmente occupato da un organismo. Questo aldilà ha due nomi. L’aldilà attuale e reale — includente questo aggettivo il requisito della sensibilità, organismo che occupa sensibilmente quel posto, dunque non ho detto «organismo che occupa realmente quel posto» — questo è reale a condizione che un organismo occupi sensibilmente quel posto —, questo aldilà ha due nomi: il corpo, già detto, e in tutt’uno è quello che da tanto abbiamo chiamato una Città, la prima Città, attualmente e sensibilmente e non l’altro mondo che sarebbe di là da venire, sempre di là da venire. Il nostro secolo ha vissuto questo con la problematica rivoluzionaria: la rivoluzione che era sempre di là da venire.

E questo perché un corpo, questo organismo nella sua legge, senza di che lo stesso organismo non è reale, ma è un cadavere, è il corpo dell’anatomia, ancora corrotto, allora secondo la legge, questa legge un organismo, reale secondo questa legge e solo secondo questa legge, un corpo è già, foss’anche, per dirla all’antica, solo nel deserto, un corpo è già due corpi. È già quello che io ho sempre chiamato il regime dell’appuntamento, foss’anche solo nel deserto.

Dunque, foss’anche solo nel deserto o nell’isola del Pacifico, non esiste Robinson, non sarà mai un Robinson. Un corpo reale nella sua legge è già due corpi senza che si tratterà mai per questo un corpo di uno-due, poi tre, poi quattro corpi, all’infinito, secondo la serie naturale dei numeri interi.   …

Leggi tutto


Pronunciato il 26 febbraio 2000
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
Testo non rivisto dall’Autore


Download

File Dimensione del file
pdf 000226SC_GBC1 464 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi