6° – CONCLUSIONE. LA DIFESA DEL PENSIERO, 2

6° SIMPOSIO
CONCLUSIONE. LA DIFESA DEL PENSIERO

 

Posso permettermi di prendere me stesso ad esempio, fuori da ogni narcisismo, perché nel prendermi ad esempio, mi prendo come materia prima.
Nella materia prima non c’è narcisismo, è la soluzione al narcisismo.
Io sono materialista; forse neppure Marx che ha tanto insistito, o Lenin, di cui parlerò nel pomeriggio a Bologna, han parlato della materia come materia prima, ma una cosa alla volta. Adesso mi sono addotto come materia prima, non che operaio, nient’altro che operaio. Ho già detto: basta maestri, basta allievi, basta gruppi. Operai. Mica tanti, tutto sommato.
Nel prendermi come materia prima produco – nel senso di esibire, di mettere lì – una precisazione che devo a una conversazione di ieri sera con Gabriella Pediconi.
Io non sono un padre: finitela con questa storia del padre, che io sarei un padre; io non sono un padre.
Sempre nel lessico che ereditiamo dai millenni (perché anche la parola “padre” è una parola che ereditiamo dai millenni) e con una procedura semplice che ormai seguo da decenni, quando si parla facciamo che il concetto o pensiero che riguarda una parola abbia il primato sulla parola. Per esempio, la parola “padre” è una parola che risale a millenni fa. Calma! Mai derivare su padre ciò che si deriva dagli echi storici della parola “padre”, mai.

Poiché sono un laico che lavora con dei laici, in questo caso Gesù Cristo, rammento che Gesù ha detto – credo più di una volta, una senz’altro – che esiste un solo Padre: non ci sono i papà, non ci sono i padri. “Chi sono mio padre, mia madre, i miei fratelli? Sono coloro che fanno le opere del Padre”, quindi addirittura basta con papà e mamma.
Sono fratello almeno di Freud, tanto per cominciare, perché ne sono un co-operaio; Freud ha prodotto, io ho co-prodotto, esattamente come lui ha prodotto. Non sono un nano rispetto a Freud ed è ridicolo pensare l’inverso. Operaio co-legislatore: Freud è eminentemente, cioè al primo posto, un legislatore. …

Leggi tutto


Pronunciato il 29 giugno 2013
Trascrizione a cura di Sara Giammattei
Revisione di Glauco Maria Genga
Testo non rivisto dall’Autore


Download

File Dimensione del file
pdf 130629SAP_GBC1b 305 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.