8° – L’UNICA OFFESA IRRESISTIBILE

Corso 2000/2001
IO. CHI INIZIA. LEGGE, ANGOSCIA, CONFLITTO, GIUDIZIO

 

 

Offesi… e questo è l’inizio, non l’inizio di Chi inizia, è l’inizio di quando la patologia è già iniziata, ossia l’errore ha già preso il posto di comando. Dire così già va incontro scontrosamente a tante cose.

Offesi… e questo l’inizio, non l’inizio, ma quell’inizio di quando la patologia, ossia un certo errore, ha già preso il posto del comando, in parte, in toto, distinzione fra nevrosi e il resto.

Offesi, voi — mi ci metto anch’io o tutti gli altri fuori di qui — fate gli offesi.

All’occorrenza, fino alla superbia delirante, fino al delirio della presunzione e al delirio nella presunzione.

Con escalation interna. Il primo tempo del fare gli offesi, ossia comportarsi da offeso. Con escalation interna al secondo senso del fare gli offesi: del fare offesi, del produrre offesi, del passare all’offesa. Offesi da una teoria; è l’unica offesa irresistibile. Dico di più: imperdonabile. Qualsiasi offesa, professo io, è perdonabile, ad eccezione di quella che viene da una teoria. Noi non siamo malati di nulla, se non di una teoria. È una teoria ad averci offesi.

Aspettate, perché ora è probabile che saluteremo una persona.

Mariella, prega Garzonio di entrare… È un piacere che il Dott. Marco Garzonio, che è il Presidente dell’Ambrosianeum, che ci accoglie, è un eccellente fatto che abbia potuto venire malgrado certi suoi impegni anche privati e personali. Perciò grazie di essere venuto e anche dell’accoglienza in questo luogo. Ora io proseguo.

Io ho il difetto di essere ciecuziente, ossia ho bisogno di un po’ più di luce.

È da una teoria che siamo offesi: ci rende impotenti, fino a offensori. Ma nell’impotenza. Quindi il delirio della e nella presunzione è da povero diavolo. La teoria poi è una: è la teoria dell’amore presupposto; ma fa il paio con la teoria del desiderio presupposto. Istinto, altrimenti chiamato.

Cos’è la teoria dell’amore presupposto, e poi del desiderio presupposto?

Nell’espressione banale è: «Mah!?», o ancora nell’espressione banale è: «Boh!?», perché l’amore presupposto non esiste che come presupposto, ma c’è una parola più dura, rude e capace di tutte le offese. …

Leggi tutto


Pronunciato il 23 giugno 2001
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
Testo non rivisto dall’Autore


Download

File Dimensione del file
pdf 010623SC_GBC1 525 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.