8° – PER FINIRE. IL PECCATO ORIGINALE DELLA SCIENZA

Corso 1994-1995
A NON È NON A

 

 

1. Il peccato originale della scienza

Una storia bretone riguarda l’argomento del «più» (il «top»). In questo caso è l’argomento della più bella.   L’affermazione secondo cui «disumanizzate l’uomo e otterrete non l’animale ma la scienza e anche quelle scienze applicate con le gambe che sono i malati» ha a che fare con «il più», in quanto definivamo la patologia come un sovrappiù, un eccesso di umanità, piuttosto che come un meno, un regresso dall’anima spirituale all’anima animale. L’umanità è un dato irreversibile; l’uomo non ha nessuna possibilità di regredire verso l’alto della pianta da cui un giorno è sceso: si diventa handicappati, ma non si ritorna scimmie. Riguardo alla scienza – ma anche allo Stato, al diritto, alla politica – seguo il metodo ateistico, in contrapposizione al fatto che da tanti secoli la scienza è diventata intoccabile e la psicologia stessa si è volutamente improntata al modello delle scienze. Individuiamo l’errore che ha condizionato la nascita della scienza nella convinzione che essa sia l’unica realtà, della storia dell’umanità, indenne dal peccato originale: questa è la più ufficiale e la più solida delle dottrine, implicite o esplicite. Noi diciamo che anche la scienza ha il peccato originale.

L’idea di un sapere desiderabile distingue il nostro sapere, la nostra scienza, dall’altra scienza. L’idea di una scienza, di cui si ha il sapere a condizione di desiderarlo, è un pensiero assolutamente inammissibile dall’altra scienza.

Diciamo sempre che gli handicappati sono il reale del Cognitivismo: il Cognitivismo, se funzionasse, produrrebbe handicappati; l’handicappato è il suggeritore del cognitivismo.   …

Leggi tutto


Pronunciato il 25 febbraio 1995
Trascrizione a cura di Gilda Di Mitri
I testi relativi agli interventi di questo Corso sono stati raccolti nel volume A non è non A, Sic Edizioni


Download

File Dimensione del file
pdf 950225SC_GBC3b 580 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.