AMORE E ECONOMIA

L’amore ha dei fondamentali, e questi sono economici:
non l’aveva detto nessuno (salvo, sullo sfondo, Freud).

Prendo da un testo, a più firme, inviato a qualche dove:
Immaginiamoci alla festa di nozze di due amici:
in disparte ci possiamo domandare se si amano:
come saperlo?

Se abbiamo un po’ di esperienza della vita, sappiamo che non possiamo fidarci né delle loro dichiarazioni di innamorati (azione diretta nella psicosi), né della loro reciproca oblatività (azione diretta nella nevrosi), e neppure ci basterebbe entrare nella loro camera da letto (azione diretta, almeno così si crede il “fare l’amore”, mentre se dormono o sognano non c’è azione diretta).

Per arrivare a sapere basterà l’osservazione, aspettando sei mesi o al massimo un anno:
passato il tempo, osserveremo che sono diventati più belli (o no), più ricchi (o no), più capaci di relazioni (o no), più gai (o no), e altri items:
ecco i fondamentali economici.

Che significa?:
significa semplicemente che in quei mesi la vita personale di ciascuno ha giocato indirettamente a favore dell’altro, come in una parthership non diseguale ma asimmetrica:
l’agire autonomo di ognuno riservava un posto per l’altro.

In altri termini:
l’azione personale di ciascuno ha giocato indirettamente a favore dell’altro partner, meglio ancora ognuno ha agito da partner in una partnership orientata, senza sacrifici narcisistici o oblativi, all’arricchimento di ognuno.

É possibile descrivere questa relazione (che non manca di azioni dirette) come due rette sghembe, autonome, da ognuna delle quali defluiscono importi in direzione dell’altra.

Ecco un nuovo caso di “amore”, quando significa un profitto ottenuto autonomamente per mezzo di un altro autonomo.

Osserviamo che se i due partner possono orientare la vita personale in modo che i benefici dell’uno abbiano una ricaduta a beneficio dell’altro, ciò è possibile se la patologia dell’uno non inibisce benefici per l’uno e la ricaduta benefica per l’altro (la patologia è antieconomica cioè svantaggiosa per tutti).
(qui finisce la citazione).

Questo amore, l’unico, si contrappone all’“amore” (narcisistico o innamoramento, a-tu-per-tu, e oblativo-ossessivo) quando non solo è antieconomico, ma anzitutto quando è privo, per principio, di fondamentali economici:
l’amore sacrificale per principio non è, l’amore eroico per principio non è.

Che enorme guadagno per tutti sarebbe se, improvvisamente, l’umanità intendesse che con la parola “amore” non ha mai saputo che cosa diceva:
si chiama “svegliarsi”.

Pochi si rendono conto di essere passati, nell’innamoramento, per la psicosi, cioè per la caduta del pensiero (“perdere la testa”), ossia della legge paterna come legge di profitto.

“I Miserabili” di V. Hugo, “Pane, amore e fantasia” (1953) e “Poveri ma belli” (1956) del vecchio “buon” cinema italiano, sono privi per principio di tali fondamentali.

Freud ha incrementato i fondamentali economici.

L’economia in amore serve la verità:
contro le menzogne sull’amore (innamoramento, oblatività).

Milano, 17 giugno 2008

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 080617TH_GBC3 238 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.