CARTOLINA DI NATALE 2004

Che cosa vedono l’asino e il bue?

 

Asini e buoi non vanno dallo psicoanalista

Da pari loro, asino e bue vedono solo un bambino, un’entità biologica percettivamente distinguibile da loro. Un bambino non un in-fante, che asino e bue non possono vedere perché non lo sanno distinguere.

“Natale” ha assunto due sensi confliggenti:
1° il senso patologico e ormai tradizionale: “Gesù bambino” che noi associamo,  con materializzata allucinazione, a “Babbo natale”, ossia la morte di padre e figlio sottintesa a una “Madre” mortifera e “buona” ontologicamente ossia inesistente nella sua oscura Idea eterna;
2° oppure il senso salutare.

Tutto sta in questo “oppure”, che peraltro è facile cogliere testualmente-esegeticamente.

Infatti il senso del Natale è tutto segnalato dalla visita di Re (“Magi” qui interessa poco se non favolisticamente). Che cosa vedono i tre Re? Vedono un Re. Distinguono un Re. La loro è una visita ufficiale da Re a Re, con rituale fastoso: non regalano orsetti di pélouche ma oggetti preziosi che solo un adulto di alto rango potrebbe apprezzare. Tutti sanno che la sovranità segna l’intera esistenza fin dal neonato.

E un sovrano non ha “la mamma”, semplicemente usufruisce di certe cure per un certo tempo. Per di più, se immaginiamo la Madonna come persona altolocata (come i testi rendono ragionevole congetturare), almeno parte di tali cure risultano delegabili a vantaggio di altre. É sensato che alcuni pittori, tra altri Botticelli, abbiano rappresentato la Madonna in atto di insegnare il Libro al figlio ossia erede, unico significato del nome “figlio”.

Questa narrazione, creduta o meno, dovrebbe aiutarci a evitare l’errore comune e pericoloso di infantilizzare il neo-nato (meglio che “bambino” cioè una parola già infantilizzata) in una sorta di Nirvana materno.  …

23 dicembre 2004

Download

Pubblicato su www.studiumcartello.it


Download

File Dimensione del file
pdf 041223B&B_GBC3 109 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi