CHE FARSENE DEI DOGMI

Già da molto giovane mi infastidiva sentir dire che ai dogmi ci si crede ed è fatta, per esempio che a messa si recita il Credo e finita lì, poi magari usciti da lì si faranno opere di carità o di politica.

Questa categoria di credente dà ragione a quell’illuminante battuta di J. Lacan che dice:
“Non si sa mai bene che cosa credono quelli che credono e che cosa non credono quelli che non credono”.

Io vorrei fare osservare la praticità dei dogmi, intendo praticità discorsiva ossia i pensieri che abbiamo, le frasi che diciamo e le azioni che a pensieri e frasi si conformano:
lo voglio mostrare riferendomi a un preciso dogma, quello dell’ascensione.

L’ascensione è il discorso nitido, formale e alternativo di Gesù, e la fede sta nel credere che lui lo abbia perseguito dall’inizio fino a metterla in pratica.

Bisogna prestare attenzione a questo “perseguito”:
significa desiderato e coltivato, ossia che diventare e restare un uomo per Gesù era soddisfacente e desiderabile, e che era un profitto rispetto a non esserlo affatto:
ecco il senso dell’incarnazione, non quello di un sacrificio amoroso, né di una divina messinscena educativa come dicevano i docetisti. …

Leggi tutto

Pubblicato sul sito www.culturacattolica.it sabato 29 ottobre 2011


Download

File Dimensione del file
pdf 111029CC_GBC3 215 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.