CHIAMARE LE COSE CON IL LORO NOME

Ho scritto da poco quattro articoli sulla scienza accomunati dal titolo “Quattro note sulla scienza”:
1° la fede nella scienza, mercoledì 1 febbraio,
2° un laboratorio per tutti, giovedì 2 febbraio,
3° rivoluzioni del pensiero, venerdì 3 febbraio,
4° rivoluzione economica del pensiero, o l’opportunità odierna per il pensiero, lunedì 6 febbraio,
seguiti da un supplemento:
La pre-scienza di Odifreddi, martedì 7 febbraio.

Affinché la trasmissione della scienza in noi non ci lasci puerili (vedi 1° la fede nella scienza), il che è la regola malgrado l’istruzione e la divulgazione scientifiche, occorre che la sappiamo fare con la nostra testa, ossia chiamare le cose con il loro nome:
per esempio, la scienza dell’isteria è una scienza che tutti possono fare, basta chiamare con il loro nome gli atti dell’isteria secondo la loro regola generale e permanente, che viene obbedita come e più di una regola religiosa:
“Aspettami, io non vengo.”

L’isteria conta molto sulla speranza su cui fa contare (“aspettami”).

Per sapere fare questa scienza tutta la “cultura” richiesta è saper leggere scrivere fare di conto, indipendentemente dai gradi in tale “cultura”.

Alfabetizzati come siamo, alcuni anche molto, è sempre più raro che sappiamo leggere scrivere fare di conto.

L’isteria offre il modello culturale dell’analfabetismo, perché essa s-viene anche rispetto a questa terna:
anni fa una mia volenterosa paziente isterica mi ha portato una lista scritta di cinquanta parole non sofisticate né straniere, di cui non riconosceva il significato, senza soffrire del minimo disturbo neurologico [1], ma senza riconoscere la regola cui obbediva, quella di s-venire intellettualmente ossia di rendere assolutamente insoddisfacibile ogni desiderio altrui e, per riflesso, proprio.

____________

[1] In altre parole l’agnosia non è soltanto neurologica, vedi ancora l’eccellente Oliver Sacks di Luomo che scambiò sua moglie per un cappello.

lunedì 13 febbraio 2012

Apri file

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 120213TH_GBC3 140 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.