DUE VILI E UN UOMO

Articolo su Giacomo B. Contri a cura di Gabriella Meroni

 

 

È il personaggio simbolo della gratuità: il samaritano. Giacomo Contri rilegge a sorpresa il valore del suo gesto.

 

Giudea, anno 30 circa della nuova era. Sulla strada che scende da Gerusalemme verso Gerico e porta al Giordano, è avvenuto un fatto di sangue: un tizio, dall’identità non precisata, è stato aggredito da un gruppo di banditi, che dopo averlo rapinato lo hanno lasciato mezzo moribondo sul ciglio della strada. L’indifferenza consumista era di lì a venire, ma certi peccati non sono mali di stagione: di lì passano signori distinti, un sacerdote e un levita, ma guardano e passano oltre. Poi passa un uomo originario di una terra di pessima fama, un samaritano (la strada infatti portava proprio nella sua regione), e invece si ferma, recupera il malcapitato e ne paga le cure alla più vicina taverna.
Ma chi erano i protagonisti di questo fatto di cronaca nera che Gesù ha trasformato nella più celebre parabola evangelica? Giacomo Contri, psicanalista, cattolico, anni fa ha elaborato una sua personale e molto realistica diagnosi dei fatti. Innanzitutto chi era il malcapitato? «Non direi un benestante» spiega Contri. «Altrimenti perché avrebbero dovuto di infierire su di lui? Presa la borsa, la missione era compiuta. E un bravo mercante sa che in quelle circostanze è meglio mollare l’osso. Secondo indizio: i due che arrivano e passano oltre, sono due figure istituzionalmente rispettose della legge. Quindi se non rispettano la legge che comanda di soccorrere il bisognoso, è perché riconoscono nella vittima un qualcuno non degno di essere soccorso. Cioè un delinquente notorio». Insomma, la rapina in realtà è stata una specie di regolamento di conti… «Esattamente. Le cose potrebbero essere andate così. All’interno di una banda un elemento cerca di fare il furbo e di tenere tutto per sé il bottino. Scappa, ma i soci lo raggiungono, si riprendono la borsa e gli danno una lezione, picchiandolo di santa ragione. Passano i due personaggi rispettabili, vedono – proprio così dice il Vangelo –, lo riconoscono e passano oltre».  …

Leggi tutto


VITA Magazine
a cura di Gabriella Meroni
24 dicembre 1999


 

Download

File Dimensione del file
pdf 991224VNP_GBC3 320 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.