FATTISMO E DISFATTISMO

Ho spesso considerato Massimo Bucchi una specie di collega, come questa volta nella sua vignetta in Repubblica di giovedì 22 ottobre:

“Il disfattismo è brutto,
ma il fattismo è spaventoso”.

Il fattismo è fatto apposta per distrarci dai fatti nostri:
la frase “non c’è niente da fare” collocata a tempo e luogo giusto è una virtù del guarito.

Ho lungamente conosciuto la militanza:
in tutti i suoi schieramenti, essa non ha mai conosciuto questa virtù:
della sua assenza, il Comunismo ha sofferto e fatto soffrire:
ma era e resta un vizio della politica del fattismo.

Nella mia carriera psicoanalitica, constato da decenni che in fondo, errori a parte, ho cominciato abbastanza bene se al mio primo intervento in un Congresso di psicoanalisi ho saputo dare il titolo:
Le non-agir dune action de Freud[1].

Rammento una precedente vignetta di Bucchi, in cui l’analista dietro il divano dice al paziente:

– Il suo è un caso bordell-line!

Designa tempora e mores, di protagonisti e commentatori.

Freud avrebbe inserito queste battute nel suo “Il motto di spirito”.

Non c’è forma della psicopatologia che non sia bordello, sopravvalutazione diseconomica dei sessi:
apprendo che “bordello” viene dal medioevale “bordelum” che significa tugurio.

Non conosco una Morale che non sia bordello, malgrado i suoi ossessivi sforzi di nasconderlo e di riformarsi per differenziarsi dal libertinismo:
sforzi, cioè ancora fattismo.

“É fatta!” dice la soddisfazione:
l’insoddisfazione fa sempre.

____________

[1] Lettres de l’Ecole Freudienne, 1976, 19, pp. 208-217.

Milano, 03 novembre 2009

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 091103TH_GBC3 341 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.