GIOVENTÙ D’ORATA

“La gioventù”, da quando esiste come categoria sociologica, non è dorata bensì d’orata, presa all’amo, al “ti amo” dell’amo da pesca.

Viene bene anche in francese: jeunesse dorade anziché dorée (la dorade è l’orata, e qualsiasi francese apprezzerebbe il gioco di parole).

Non so se avete mai visto un pesce am-ato dall’amo, in particolare nel momento il cui il pescatore strappa l’amo dal palato o dall’esofago: è la più comune esperienza dell’amore, da grandi e piccini.

L’individuo tra tutti più inaffidabile è quello che non ha risolto l’equivoco micidiale tra amo e… amo, l’equivoco che usa la parola “amore” come parola doc mentre è da sempre fuori controllo.

Chi più chi meno, venire al mondo è essere stati… amati: quasi impossibile non abboccare.

La freccia di Eros prima ferisce, poi si toglie solo strappandola come l’amo.

C’è perfino chi teorizza il crimine dei crimini: che amare è (far) soffrire.

In era cristiana si è perfino teorizzato che la prova dell’amore di Cristo starebbe nella sua sofferenza; teoria poi seguita dal quella dell’amore di madre come sofferenza:
un giorno, indubbiamente nella prossima reincarnazione, riscriverò la Divina Commedia avendo come argomento gli atti, delitti o meriti, dell’amore.

Quello dell’amo-Re è il Regno del masochismo sadico.

in cui il tradimento non segue ma precede.

É falso che Cristo ha introdotto l’amore (è l’amo quello che si introduce con fellonìa): lo ha corretto.

Poi Freud ha fatto distinzione nell’equivoco.

Da molto tempo si… ama così “la gioventù”:
e ciò per tutto il Novecento – organizzazioni giovanili dei partiti e delle chiese, “Giovinezza giovinezza primavera di bellezza!” -, ma già secoli prima:
per non dire della gioventù eroica omerica, carne da macello o amori che fanno scoppiare la guerra, anzi che scoppiano in guerra (la grande idiozia sessantottina era lo slogan “Fate l’amore non fate la guerra”).

Il ’68 è stato gioventù d’orata, già pescata dall’amo di promesse non mantenute dai padri:
vero che il ’68 ha fatto dei buoni numeri, ma poi coloro che ne sono venuti fuori è perché o hanno imparato a pescare a loro volta, o perché si sono vendicati dei loro pescatori.

Si veda anche ciò che ho appena scritto ieri 2 maggio (“Dio parla italiano”) sul grappino d’arrembaggio nella sua analogia con l’amo:
infatti nella pesca amorosa ci si fa tirare dall’amato arrembato (o “oggetto”).

La nostra Civiltà non può farcela, né può volerlo:
vero che ha saputo più o meno riconoscere lo sfruttamento del lavoro (ma non la sua umiliazione), e la miseria indotta dalla Civiltà stessa (ma non la miseria intellettuale), ma non sa riconoscere che la gioventù d’orata sta allo stesso livello.

Lavoro-ricchezza-amore sono solidali e covarianti: essi sono della medesima stoffa, o pasta, o materia, o sostanza (a scelta):
i millenni sono colpevoli di avere negato all’amore tale identità di stoffa (o materia eccetera), consegnandolo allo “spirito”, o al “sentimento”, o a San Remo.

Milano, 3 maggio 2007

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 070503TH_GBC3 255 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.