IL DIS-ORDINE DI PLATONE

L’inconscio demiurgo e l’inadequatio dell’ordine

 

 

Nell’indagine di cui ora esporrò i risultati, ero sostenuto dall’idea – questa non platonica – sorta in me dalla lettura del Timeo, su ciò che fa Platone costruendo la «favola verosimile», come egli stesso la chiama, del demiurgo: l’idea di un rischio, rischio fecondo, cui Platone, per il fatto stesso di operare questa costruzione, si espone.

Pur non digiuno di Platone, non è senza qualche timidezza che mi sono immerso in questa ricerca.

Per iniziare, osserverò subito che Platone sa che cosa è mito, e sa fare uso non mitico del mito. Non diversamente Freud, allorché sostantifica o almeno sostantivizza sì l’inconscio, ma senza farne uso mitico: «esso» è in quanto tiene e in quanto opera, cioè con operazioni definite; come pure se Freud sostantivizza «l’» es e «la» o «le» pulsioni (e rincara la dose eguagliandole agli «dei»), è per darne, soprattutto delle seconde, il concetto come di organizzazioni articolate della condotta, o della prassi. Al riguardo si commette spesso un errore bifronte: d’un lato, di mitizzare inconscio, es, pulsioni, dall’altro, con debole Entmythologisierung, si butta via tutto scaricandolo nella psicologizzazione, riduzione alle relazioni interpersonali ecc.

Altri due errori vanno subito tolti per spianare il terreno: il primo diffusissimo benché spesso allo stato implicito, è quello che tratta l’inconscio come il da curare, il patologico, cosa che poi è il comunissimo, e anch’esso bifronte, errore a proposito della normalità: d’un lato, che non c’è normalità concepibile, il che poi vuol dire che everything goes nello psichico; dall’altro, quello che vorrebbe sì una normalità nell’ideale, ma quella che sarebbe demiurgicamente realizzabile se… non ci fosse l’inconscio nel reale. Il comico è che sono anche psicoanalisti a pensarlo, allorché dovrebbero sapere che di regolare, ordinario, insomma di normale, c’è proprio e anzitutto l’inconscio. …

Leggi tutto


Pubblicato in Agamben, Contri, Dalmasso, Deridda, Lévinas, Madera, Marion, Sini, Di-segno. La Giustizia nel discorso, a cura di Gianfranco Dalmasso, Jaca Book, 1984.


Download

File Dimensione del file
pdf IL DIS-ORDINE DI PLATONE 268 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.