IL NAZISMO E IL PRINCIPIO DI COMANDO

Wanda Półtawska è nata a Lublino e vive a Cracovia. Allorché fu arrestata dalle SS il 17 febbraio 1941 per essere imprigionata e poi deportata nel Lager femminile di Ravensbrück, era una diciottenne in attesa di iscriversi all’università. Apparteneva a un gruppo Scout attivo nella Resistenza polacca all’occupazione nazista.

Rimase internata con centinaia, poi migliaia, di donne, fino alla fine della guerra nel maggio del 1945.

Poco dopo scrisse questo racconto, testimonianza di quegli anni in cui lei con altre settanta giovani donne fu sottoposta a esperimenti biologici coatti condotti sotto la direzione del dottor Karl Gebhardt, poi impiccato per sentenza del tribunale di Norimberga.

Abbiamo voluto raccogliere la sua testimonianza per editarla in due tempi: dapprima un’edizione a ridotta tiratura con lo scopo non solo di sollevarne l’interesse presso un pubblico inizialmente limitato, ma anche quello di sollecitare persone che a titoli diversi – tra i quali il titolo di storico – potranno intervenire, come in un dibattito, nella composizione della seconda più voluminosa e largamente diffusa edizione.

Wanda Półtawska è diventata poi medico, psichiatra, sposa e madre di famiglia. È professore dell’Istituto per la Famiglia affiliato alla Pontificia Accademia di Teologia dell’Arcidiocesi di Cracovia e ricopre l’incarico di Membro della Commissione Pontificia per la Famiglia.

Le Sic Edizioni pubblicano questo libro sullo sfondo di alcuni pensieri che sono loro propri.

Riconosciamo la singolarità del Genocidio anzitutto ebraico contro negazionismo e revisionismo.

Anche contro un revisionismo più primario, quello che vorrebbe il Nazismo, con i suoi orrori, tutto definito dal Genocidio. Di fatto il giudizio sul Nazismo, e proprio nelle sue conseguenze di orrore, è ancora da fare, e resta latitante sotto i toni forti o le lacrime: esso coinvolgerebbe non più tanto ciò che è stato fatto ieri, ma ciò che stiamo facendo oggi. Una latitanza del giudizio che deborda il Nazismo: l’afasia del giudizio riguarda l’intero ‘900. Il Nazismo è stato una sanguinaria esercitazione aperta sul futuro.

Leggi tutto


Presentazione del libro W. Półtawska, E ho paura dei miei sogni. Una donna nel Lager di Ravensbrück, Sic Edizioni, Milano 1998.


Download

File Dimensione del file
pdf IL NAZISMO E IL PRINCIPIO DI COMANDO 133 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.