IL PAPA 1 – CHE IDEA!

Che idea!
dico da laico impenitente e indiviso quale sono.

Non dico “Che idea c’è sotto!”, perché sotto non c’è niente, neppure sopra, né dentro, pornografia spirituale o visionarietà a parte:
esiste solo superficie, estensione, nella realtà fisica come nel pensiero (anche la res cogitans è extensa, qui c’è la pecca di Cartesio), siamo dei superficiali!, non c’è anima sopra e animale sotto, non c’è “profondo”, ma animazione in piano (insomma Freud).

Diversi anni fa leggevo molto intorno alla storia europea della Riforma protestante, in cui incontravo l’imputazione e perfino ingiuria “Papista!”, una lettura accompagnata da una crescente sorpresa da parte mia:
infatti, indipendentemente dalla mia obbedienza confessionale e divenuto molto superficiale circa il dovere di mantenerla per dovere, andavo scoprendo che l’epiteto mi piaceva, che non lo sentivo come imputazione o ingiuria, ma dovevo ancora prendere tempo per sapere perché.

Ho poi trovato, descrittivamente parlando, che il fenomeno “Papa” è una singolare singolarità, per cogliere la quale bisogna distinguerne i due articoli:
1° quella di uno che alzandosi il mattino può
– non dico “deve”, né la predizione che lo farà -,
aprire la finestra e dire la sua, dirla urbi et orbi (atto) con i mezzi materiali, anche tecnologici, a sua disposizione, se del caso con pochi foglietti vergati a mano all’antica, per quattro gatti che lo stanno a sentire (gatti no, quattro forse), però sempre urbi et orbi (universo);
2° che in questo ha dalla sua, in quanto Papa, sia una intera Istituzione a supporto del suo atto, sia la propria elezione da parte di questa a tale fine singolare
– nella sua elezione l’imputabilità del suo atto si distingue dalla responsabilità del suo compito o funzione o ufficio: è importante distinguere imputabilità e responsabilità, la virtù inizia dalla prima come è evidente in Gesù che imputiamo per i suoi meriti -:
sul piano descrittivo non rileva qui che la sua elezione sia motivata-mozionata in excelsis ossia in un punto qui imprecisato del piano:
in ogni caso non esiste il “cielo delle stelle fisse” ossia il vecchio confortante fumo negli occhi, oggi ne abbiamo di nuovi.   …

Leggi tutto

Pubblicato sul sito www.culturacattolica.it mercoledì 3 febbraio 2010


Download

File Dimensione del file
pdf 100203CC_GBC3 341 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.