IL VETERANO: “GUARDA CHI SI RIVEDE!”

Da dietro un divano lavoro da più di sette lustri:
durante i quali, anno dopo anno, sono diventato esperto di una questione ricorrente, alla quale non ero stato formato adeguatamente, così che ho dovuto arrivarci da solo.

Quale questione?:
quella non solo di miei ex pazienti, ma anche di persone che si sono formate come psicoanalisti per mezzo mio (ne conto almeno trenta in Italia, anche se non tutte me lo riconoscono, alcune anzi!):
diversi di loro sono tornati da me dopo la fine (cronologica) della loro analisi, lamentando che la loro analisi non era finita, perché costatavano il ritorno di certi sintomi, e di certe modalità compulsive, e dell’angoscia.

Dapprima, con alcuni, ho ripreso l’analisi, e ho sbagliato:
non c’era nessun sacco da vuotare ma ancora non vuotato (della metafora del sacco, 100%, “tutto”, ho già scritto).

Oggi rispondo:
la loro analisi era davvero finita, perché essa includeva la facoltà di rispondere al riprodursi (in medicina “ricaduta”) di sintomi, modalità, angoscia:
“Guarda chi si rivede!”,
ossia di riconoscere il già conosciuto.

Infatti l’analista, e comunque l’analizzato, rimane un imputabile, ossia può  ricascarci ancora, come tutti:
anche uno psicoanalista può riprendere a rimuovere:
tutti veterani.

Ho imparato presto a usare questa parola, intendo nelle sedute preliminari:
“Lei è un veterano!”, contro l’ingenuità, ingenua o militata.

Ciò che dico non solo non contrasta, anzi avvalora, il consiglio freudiano agli psicoanalisti di riprendere l’analisi ogni cinque anni:
nulla a che vedere con il sacco, né con la francese “tranche” (di prosciutto, formaggio?: questa è una battuta alla J. Lacan, che non si è fatto amare per questo).

É solo l’ingenuità come ideologia colpevole a dichiarare “Non finisce mai!”

Siamo veterani fin dall’infanzia, già Freud sulla scorta dei Grimm.

Milano, 1 luglio 2008

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 080701TH_GBC3 245 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.