J. LACAN

SABATO DOMENICA 27-28 NOVEMBRE 2010
in anno 154 post Freud amicum natum

 

 

Ripropongo J. Lacan a partire da una sua frase che leggevo nell’estate 1967, sei mesi prima di incontrarlo a Parigi, il 2 febbraio 1968 al primo piano del 5 di rue de Lille:
con questa frase egli mi introduceva, nonché al suo pensiero, a quello di Freud, che iniziavo a leggere sette anni prima.

“Freud ha fatto rientrare la psicologia nell’ambito della morale” [1].

Ripropongo il mio recente telegramma-libro intitolato [2]:

J. Lacan e la diseconomia di partenza
L’oggetto a, ovvero lo scarrafòne
Ontologia volgare e libertà

[1] Segnalo per correttezza una mia lieve interpolazione corretta, infatti la sua frase è: “Freud a fait rentrer la psychanalyse dans le cercle de la morale”, avrei dunque dovuto tradurre “circolo”. Ma è quello stesso J. Lacan che si è occupato di topologia che avrebbe corretto, vedi la sua critica della metafora del “sacco”.
É una metafora presente in tutto il mondo e quasi in correggibile, vedi molti clienti di psicoanalista quando dicono dopo un certo tempo “Ormai ho vuotato il sacco”, anziché lasciar cadere il trascendentale “sacco”.
Questa caduta è tutt’uno con la guarigione.
[2] Appena apparso in occasione di una recente pubblicità su Il Sole-24Ore.

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 101127TH_GBC3 465 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.