L’ IMBECILLE

L’ IMBECILLE
Cit. da J. Lacan

 

Vedi ieri Il primo lacaniano.

Diceva J. Lacan “L’uomo è un buono a niente (l’homme est un bon à rien)”, cioè un imbecille (sine baculo), un debile ma come tale o come ente:
una finzione o semblant di uomo appunto, donde la questione lacaniana, l’unica, ecco perché ho potuto dire che ho ultimato il libro su Lacan ultimando Lacan.

É la medesima del Seminario  dedicato all’atto, la cui questione è se ci sia atto.

Imputabilità significa il riconoscimento, come attestazione, che c’è stato atto, ossia che l’agente non è un imbecille.

L’enunciato lacaniano è (- quello dello -) psicotico:
non movére, nessuna mossa merita (merito = imputazione):
diventa così indifferente anche qualsiasi delitto (attivissimo).

Prima o poi verrò alla mistica.

lunedì 3 febbraio 2014

Apri file

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 140203TH_GBC3 140 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.