LA COSTITUZIONE E IO

“Fatti non parole!”:
questa zizzania della lingua non sono … chiacchiere:
è stata il motto della Grande Guerra, in particolare dell’Italia per esserci entrata e, sulla stessa “onda”, per essere poi entrata anche nella successiva e Seconda (ancora!):
magari fossimo stati leninisti nella Prima!:
forse ci saremmo tutti risparmiati anche la Guerra … fredda.

Il nostro mondo è ancora quello che ne è diventato:
chissà che Obama non stia lavorando proprio a questo livello.

“Fatti non parole!” è la distinzione tra:
farsi giustizia con le proprie mani (vendetta, vandalismo),
e farsi diritto con le proprie mani (sanzione, giudizio, la giustizia così risultante e non come Ideale distinto dal e giustapposto al Diritto).

Le nostre vite personali dipendono da questa distinzione, ossia dalla Costituzione a noi relativa avente sede individuale:
parlo ormai sempre dell’individuo normale o sano come della san(t)a sede del Diritto, precedente l’invenzione antica e moderna della “Psicologia”, che ci re-istituisce come persone non giuridiche bensì fisiche, installate tra impotenza e prepotenza.

Mi piacerebbe sapere se ho torto nel fare agli Storici di professione questa domanda:
se il mondo, diventato quello che è diventato, non lo sia diventata dopo l’ingresso dell’Italia nella Grande Guerra, e non per l’importanza politica, economica, militare, demografica, dell’Italia:
qualcuno parlerebbe di importanza “simbolica”, passi! malgrado l’infatuazione verbale:
infatti “simboli non parole!” non è molto distante da “fatti non parole!”

L’Italia avrebbe potuto ma non ha saputo fare eccezione, che sarebbe stata un’eccezione da salute psichica (o morale, rifiuto la distinzione):
eccezione significa controesempio salutare per tutti:
è un dato di osservazione che la salute “psichica” o morale è un’eccezione.

L’Italia è sempre alla punta del progresso anche nel peggio, come oggi allorché si vede quotidianamente in pericolo la Costituzione:
molto dipende dalla nostra Costituzione.

Vorrei una Società di Amici della Costituzione, duplice e solidale.

Milano, 16 novembre 2009

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 091116TH_GBC3 252 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.