L’INTERESSE DI UN PROFANO-AMATORE

Villay_image

Chi si recasse in una città tedesca, e sfogliasse curiosamente od oziosamente la guida telefonica nella sezione alfabetica, sarebbe probabilmente colpito, neppur tanto dalla frequenza del cognome Luther, quanto dall’alto numero dei Martin di oggi. Fin qui, egli potrebbe fare, di questa notizia, diversi usi come nessuno, e ad un tempo riflettere che in fondo, premesse le peculiarità della storia tedesca, non v’è in ciò nulla di sorprendente né di improbabile, e che semmai improbabile e sorprendente sarebbe il caso contrario.

Tuttavia, questa notizia potrebbe essere intercettata da un’altra già a sua disposizione, come sarebbe il caso se egli fosse di coloro che hanno una certa cultura psicoanalitica, il che solitamente comporta l’essere informato, tra le altre cose, del fatto che un celebre psicoanalista di nome Erik Erikson ha scritto un non meno celebre libro di psicoanalisi detta, ahimè, «applicata», dal titolo Il giovane Lutero, dedicata, così sembrerebbe, al Lutero della Riforma. In tal caso, egli saprebbe che il nome proprio collegato al cognome Lutero di cui si tratta in tale libro è appunto Martino.

Se egli fosse uno di quei colti distratti che della propria cultura non si servono mai per farsi delle domande, cioè fosse un incolto, ammetterebbe distrattamente che il Martin Luther eriksoniano sia proprio quel Martin Luther «là», quello che stava all’inizio del più grande scompiglio accaduto il mattino stesso, se non l’alba, dell’età moderna, e che tra quello eriksoniano e quello dei telefoni non corra che un rapporto di omonimia, benché ragionevolmente motivato da una certa tradizione religiosa e culturale germanica.

Sennonché, un sospetto lo potrebbe prendere, e se lo prendesse non lo lascerebbe più: potrebbe infatti chiedersi se anche il Lutero di cui parla il libro di Erikson, non abbia forse, con il Lutero delle novantacinque Tesi,   della Cattività Babilonese , del Servo arbitrio , con   il Lutero che questo e altro scrisse e fece e rappresentò fino alla morte nel 1546 e dopo, un puro rapporto di omonimia; o anche, in altri termini, se il Lutero eriksoniano non sia uguale a tanti altri Martin Luther di oggi e di ieri, e anche tanti altri con altri nomi e cognomi, altre epoche, altre nazionalità. Un po’ come la vecchia questione shakespeariana.  …

Leggi tutto


In M. Villey, La formazione del pensiero giuridico moderno, Jaca Book, Milano 1985, pp. 610-615


Download

File Dimensione del file
pdf L’INTERESSE DI UN PROFANO-AMATORE, 1985 333 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi