MISOGINIA NON OMOFOBIA

C’è misoginia non omofobia:
anche e soprattutto quando la donna è idealizzata.

L’odio è vistoso – ma siamo dei pessimi vedenti – nella Beatrice dantesca, presentata per un numero soverchio di puntate come un’insopportabile mammina-maestrina, che alla fine viene crudamente congedata come una militante che ha esaurito il suo mandato e viene richiamata nel suo ufficio.

La mammina-maestrina è crudele, anzi sadica.

Penso che la Chiesa abbia cominciato a stare peggio – non che prima fosse in salute – a partire dalla Mater et magistra (1961), mammina e maestrina anche lei:
o il Boss, celeste naturalmente, o la Mamma, anch’essa celeste:
padella o brace.

Nell’un caso come nell’altro è il pensiero che difetta.

giovedì 15 ottobre 2015

Apri file

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 151015TH_GBC3 104 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.