NOTA O CATTIVA NOTIZIA

Negli ultimi due ultimi articoli, e in tanti altri che li hanno preceduti, ci ho provato ancora.

Quando leggo questa robaccia sul neurone che versifica, constato che sono anche annullati i miei e altrui verdi anni in cui il pensiero detto “Scienza” suonava ancora serio benché in difficoltà, ma ora non più vista questa appunto la robaccia successiva.

Ci ho provato:
a mostrare che siamo in anni di decadenza della scienza – e del diritto, e dell’economia –, e che sarebbe bene prenderne nota:
dico “nota”, non cattiva notizia:
lavoriamo con la nota (l’ho imparato da Freud).

venerdì 13 luglio 2012

Apri file

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 120713TH_GBC3 85 KB

Copyright © 2022 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016