PAROLE SENZA LIBERTÀ

Intervista a Giacomo B. Contri di Paola Bergamini

 

 

Continua il percorso di Tracce per capire il fenomeno che, come ha detto il Papa, ha fatto da spartiacque nella cultura occidentale. Stavolta tocca all’analisi di alcune parole chiave che proprio in quegli anni hanno perso il loro significato originale. Ma che sono rimaste vive dentro l’esperienza del movimento.


Appartenenza, libertà, esperienza, autorità – e l’elenco si potrebbe allungare – sono parole a noi care, dense di significato. Ma nell’uso comune e culturale sono per lo più svilite o banalizzate, a volte volutamente obliterate/messe nel dimenticatoio della memoria. Spartiacque di questo mutamento il 68. Un elemento in più per capire quanto ha inciso questo fenomeno, come ha sottolineato qualche mese fa Benedetto XVI in un suo discorso.

Ne abbiamo parlato con Giacomo B. Contri, psicoanalista e presidente dello Studium Cartello, che ha vissuto quel periodo dentro l’esperienza di Gioventù Studentesca. Non un’analisi filologico- linguistica, ma un viaggio per capire il significato culturale e esistenziale che ha prodotto questo mutamento nella società. Anche don Giussani, in quel periodo di rottura totale, ha indicato una strada nuova. Che, non a caso, poggia anche su alcune di quelle parole.

Possiamo dire che il ’68 svuota alcune parole di significato. Perché?

Innanzitutto il ’68 ha fatto piazza pulita di tutti i significati già acquisiti. Nessuno doveva sentirsi più vincolato da significati preassegnati, e in fondo perduti. In un contesto come quello italiano, composto da cattolicesimo, comunismo, cultura laica o laicista, tutto ciò che faceva riferimento a queste tradizioni doveva essere spazzato via. Le parole, nella loro accezione tradizionale, sono state trattate come banconote fuori uso. Lo slogan era: «Liberi tutti». Liberi tutti perché le forme culturali e associative preesistenti non tenevano più.  …

Leggi tutto


Tracce
Sessantotto
pp. 88 ss

Gennaio 2008


Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.