PLATONE AVEVA RAGIONE CRIMINALE

Su un fatto Platone aveva ragione:
le sue Idee (Bene, Vero, Bello), prive di tutto anche di forma salvo l’Idea di forma, sono reali nella loro irrealtà perché efficaci, irresistibilmente efficaci, come e più delle divisioni di carri armati di Stalin.

Nella mia vicenda intellettuale ci sono arrivato scoprendo come capofila delle Idee
− non debitrici dell’esperienza né dell’inferenza ma impositive di debiti all’esperienza e all’inferenza −,
l’Idea “Amore”, che in fondo era già platonica, un Eros per nulla erotico:
ci si casca da bambini.

Platone aveva ragione, l’Idea non esiste ma ek-siste con effetti reali da tiranno peggiore, maligno [1].

Della famiglia fanno parte le Idee “La Madre”, “La Donna”.

Sono anni che suggerisco di intendere l’Idea come un virus informatico che mortifica l’intero apparato (“Y love you”):
Platone è stato il primo hacker della storia:
lo ha fatto usando come jolly del mazzo ideale l’Idea “Anima”.

É davvero notevole come Freud non le abbia mai fatto la minima concessione diversamente da C. G. Jung, che nel suo occultismo ha il merito di avere disoccultato (banalizzato) Platone.

Come può la Politica avere potere, se non ha alcun potere sul predominio dell’Idea, anzi deve fare ricorso ad essa?

L’Economist di 11-17 giugno ha dedicato una copertina a Berlusconi con il titolo The man who screwed [ha fregato − ndr] an entire country:
vorrei una copertina dell’Economist in cui il nome di Berlusconi fosse preceduto da quello di Platone.

Ci sarebbe Politica se sapesse lavorare nei due assi, senza distinguere interiore/esteriore, né Politica/Cultura.

_____________

[1] Riferisco a Platone la Critica della ragion criminale di Michael Gregorio, Einaudi, Torino 2006.

venerdì 17 giugno 2011

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 110617TH_GBC3 265 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.