POLITICA AL 5% OVVERO “DATE A CESARE” (II)

Qualcuno più severo di me ha trovato perfino eccessivo il mio 5% di attenzione alla politica governativa (vedi ieri), ma io continuo a considerarlo equo:
suum cuique tribuere, come dire che la giustizia con il governo la faccio io, a titolo non minore del Presidente della Repubblica e del CSM, benché manifestamente diverso ma ugualmente legittimo.

Do a Cesare quel che è di Cesare, e a io quel che è di io:
esente da narcisismo perché do a Cesare:
Narciso è pericoloso per sé e per Cesare:
è colpa di Narciso se Cesare diventa cattivo, poi Narciso fa la vittima.

Adesso, alla considerazione quantitativa unisco quella qualitativa, riguardante la pasta di cui è fatto quel 5% di politica che c’è nell’esecutivo, buono cattivo o striato, distinto dal legislativo e dal giudiziario.

Seguo il metodo descrittivo ridotto all’osso:
se faccio scorrere davanti a me la memoria documentata che ho dei discorsi degli uomini politici eccellenti che ho ascoltato per decenni, trovo questo risultato.

quanto ai fondamentali dell’umanità non ho trovato uno solo di essi che, almeno interrogativamente o dubitativamente, si sia almeno un po’ spostato rispetto ai fantasmi fondamentali o Teorie presupposte che ci dominano collettivamente, come massa, riguardo a:
amore, sesso, soggetto-oggetto, legame sociale, psicologia:
nemmeno uno che non pratichi le correnti zizzanie del linguaggio di cui parlo sempre  come sottoprodotti delle suddette Teorie:
tutto ciò nella più inossidabile banalità e banalizzazione attiva:
le BR dovevano sbadigliare, non sparare.

Neppure una brezza che muova foglia:
non ne sono depresso o represso, solo perché mi sono spostato:
spostato, non ritirato:
è la distinzione del mio eremitismo, già di Freud.

Numerosi anni fa qualcuno mi ha domandato un’indicazione di voto per quelli-del-pensiero-di-natura (diciamo per quelli di Studium Cartello):
lì per lì ho suggerito di votare per chi, sia pure remotissimamente, mostrasse di avere un minimo penchant per il pensiero di natura:
così come Freud avrebbe potuto dire per la psicoanalisi:
poi ho rinunciato in assenza di penchants osservabili anche solo al 5% del 5% (= 0.25%).

Il 5% non sarebbe così poco, anzi sarebbe onesto, però questo 5% ci rappresenta in massa:
non molto democratica una tale democrazia rappresentativa!:
ma tant’è.

Tant’è, sì, ossia non andrei in ricerca di riforme:
“riforma” è una parola che ho imparato a criticare a partire dal plurisecolare programma di riforma della Chiesa (finito malissimo per tutti, dal ‘500 a ieri):
respingo il vecchio principio “ecclesia semper reformanda”.

Non si deve riformare ma soltanto lasciar cadere, “in desuetudine” come è stato ben detto:
già lo so dalla guarigione psicoanalitica, che è un caso di caduta in desuetudine come accesso a una Costituzione, non riforma:
è buona Costituzione quella che consente, come dispositivo, la caduta in desuetudine, senza distruzione né guerra civile, né passaggio a una migliorìa psicoterapeutica.

Milano, 04 dicembre 2009

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 091204TH_GBC3 597 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.