PRESENTAZIONE DEL VOLUME LIBERTÀ DI PSICOLOGIA

Giacomo B. Contri

 

E non credo di essere stato un trascinatore perché Cesa Bianchi sa a che cosa mi sto riferendo: è una lunga, non vecchia, una lunga ed attuale storia e senza tutto ciò che io ho appreso da lui io non penserei, non scriverei ciò che mi aggrada di pensare e di scrivere.

Ma il tempo, nel senso dell’orologio, mi obbliga a non dire di più, io lascio che tutti, che tante cose restino all’implicito, vorrei persino dire per non lasciare alla pura, benché intensamente avvertiva privatezza, vorrei aggiungere che in fin dei conti intendere il dibattito che noi abbiamo cercato di sollevare, in questo caso con un libro di cui dirò subito mezza parola, questa sera, è un dibattito che cerca di riaprire tutte le questioni ivi comprese: quella della storia della psicologia del nostro secolo e di riaprire con pertinenza, competenza, essendo bandito, e non per ragioni morali ma per ragioni logiche, il livello della contrapposizione della polemica, si tratta, come si dice del ripensare alla questione.

Brevissimamente, mi considero più un introduttore, un semplice introduttore, un informatore, forse è meglio, poi sarà il professor Antonini ad intervenire, essendo giunto a raccogliere nelle sue liberissime osservazioni l’esito di questa nostra prima conversazioni per poi aprire un dibattito con chi vorrà intervenire.

In breve, questo è un libro e raccoglie un corso, e questo corso si è trasformato in questo libro. Nel sottotitolo del Corso le parole erano misurate: Istituzioni del pensiero laico, in cui sono intervenuti ogni volta, in incontri distinti successivi, una serie di personaggi che ci hanno onorato della loro presenza: il professor Giovanni Negri, che insegna Diritto Romano dell’Università Cattolica di Milano, Carlo Sini da Cagliari e Lombardi-Vallauri, Giorgio Cusatelli ed Enrico Rambaldi, Amedeo Santosuosso, che non è un professore universitario ma è un Magistrato di rilievo noto a molti, il professor Francesco Botturi anch’egli dell’Università Cattolica, il professor Salvatore Natoli, l’avvocato Giuliano Spazzali che per via di un noto processo è conosciuto da molti, il professor Giorgio Feliciani canonista.

Intorno a che cosa io vi ho detto in telegrafia, una telegrafia estrema e devo, come teatrante del seicento, fare appello alla vostra benevolenza, per non incorrere nell’accusa di semplicismo; spero di avere saputo usare piuttosto la tecnica della stilizzazione.  …

Leggi tutto


Libreria Rizzoli, Milano
2000


Download

File Dimensione del file
pdf 00RIZMIL_GBC1 646 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.