PRETI

Dei preti parlerò anche un’altra volta
– anche se ricordo di averlo già fatto di passaggio a proposito del clericalismo non confessionale -:
per ora un semplice rilievo critico per loro, verso i quali ho sempre avuto e ho affetto e rispetto.

In misura marcata nell’ottocento e novecento, essi si sono preoccupati di insegnare alla “gioventù” (in genere maschile) a essere “buoni”, anziché a curare la vigna, vendemmia inclusa, seguita dalla vinificazione.

Succintamente, “buono” è un imperativo nevrotico-ossessivo, “superio”.

Ma non sono affatto contrario a questo aggettivo e predicato:
però accetto di predicarlo non per l’ente (bonum et ens convertuntur, Tommaso d’Aquino) bensì solo, o meglio anzitutto, per il produttore, non importa di che:
i preti dovrebbero saperlo dalla parabola dei talenti, da quella del figliol prodigo (produttore del bene di conclusioni corrette intorno all’esperienza dell’errore), dalla parabola del fico (produttore di fichi), eccetera:
diciamo così, il fico (albero, ente) non vale un… fico se non vale fichi.

L’ente vale sì, ma come materia prima:
il bene dipende dal lavoro (e non finisce qui).

Milano, 15 luglio 2008

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 080715TH_GBC3 228 KB
Lemmi: ,

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.