SETE DI POTERE

In vacanza ho seguito come sempre le notizie della vita pubblica – governi, istituzioni, giornalismo, religioni – per costatare ancora che non esiste quasi potere, e nemmeno sete di potere che, se finalmente ci fosse, sarebbe sahariana, invece il potere resta una flebile aspirazione:
i risultati dicono che ce n’è poco, che i Governi che si susseguono sono impotenti come gli aspiranti a soppiantarli.

Il nostro giudizio sul Nazismo resta non orientato:
esso è stato l’impotenza al Potere.

La ferocia è l’impotenza al Potere.

L’impotenza al Potere è un’invenzione novecentesca.

Bisognerebbe dire anche “Beati coloro che hanno fame e sete di potere”.

L’arma nucleare è eloquente:
rappresenta l’impotenza definitiva per tutti.

martedì 5 settembre 2017

 

Apri file

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 170905TH_GBC3 81 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi