SORPRESA SENZA STUPORE

Non credo ai miei occhi
– faccio per dire: i miei occhi ci vedono abbastanza, le mie orecchie odono abbastanza, non ho bisogno di crederci –
quando leggo l’oscurantismo contemporaneo in un articolo di ieri su buona Stampa.

In esso si evangelizza sulle “meraviglie del creato” e sulla “gratitudine” e l’”amore” che suscitano; sul “rapimento estatico” per il “mondo creato”; sulla “singolarità” e “eccentricità” che incontreremmo in natura (mentre non se ne parla nemmeno); sul contatto tra scienza e magia; sulla “sorpresa” per le suddette “meraviglie”, che non ne suscitano proprio nessuna; sul “libro della natura” come “libro di Dio”; sul “cuore” che legge “la presenza divina”; sullo “stupore” per la natura, ad esempio per la perfezione degli esagoni di un’arnia (solo uno stupefacente produce stupore); e via con la “bellezza”, la “maestà di Dio”, la “complessità”:
verso la fine si ammette che può trattarsi di “feticcio” e di “trappola”.

Per fortuna i bambini non si lasciano incantare, stupefare, fuorviare, da tanta puerilità:
essi sanno pensare le “meraviglie” della natura sì, ma come graditi arredi del loro habitat, bella stellata compresa.

L’autrice ce l’ha con le leggi:
io sono un uomo di legge, anzitutto di quelle che sono costrutti, quelli che ognuno di noi, singolarmente, sorprendentemente, ha facoltà di pensare, inventare, porre:
foss’anche per il peggio, per esempio per ingannare, mentire, danneggiare, o anche solo per difendersi malamente.

I costrutti ci possono sorprendere (almeno finché non siano stati esplorati e catalogati), senza stupore si spera:
quell’articolo presenta un costrutto; feticcio e trappola sono costrutti; lo è il sadismo (che non esiste in natura, e neppure la sorridente-dolente bontà che lo riveste); e il catalogo può proseguire: sono costrutti la banalità (il merito dell’anoressia è quello di debanalizzare la supposta banalità della ripetizione quotidiana dell’atto alimentare); la stupidità, che non esiste in natura; la bestialità, da cui le bestie sono esenti come dalla ferocia;
sto cercando di esplorare più di quanto non abbia fatto prima il costrutto della mediocrità: conto di restarne … sorpreso;
superfluo dire che sono costrutti le nevrosi.

“Costrutto” significa lavoro speso per ottenerlo e mantenerlo:
in questo lavoro viene speso del valore.

Un vero analista dovrebbe fare una sobria apologia dei propri pazienti per il valore, gli artifici di pensiero, con cui mantengono costosamente la propria patologia:
contestualmente al consiglio di accedere a soluzioni meno dannose, anzi profittevoli, per sé e per altri.

Dico ormai sempre che se anche “Dio”, preso come quello della natura, mi apparisse in tutto il suo stupido splendore, non mi stupirebbe affatto:
semmai mi chiederei se stenderlo sul mio divano:
in un trasporto amoroso (“amore di transfert”) che potrebbe fare di “Lui” un “Dio” serio, pensante, uno che la natura l’avrà anche creata ma senza meraviglia:
constato che le diverse religioni non contano affatto su un “Dio” così.

Ci sono poi costrutti sovrani, singolari non eccentrici:
mi sorprendono senza stupore o inganno.

Milano, 8 gennaio 2009

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 090108TH_GBC3 225 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi