TESI SULL’ESISTENZA DELL’AMORE (bis)

Famiglia

 

 

L’articolo di ieri, da rileggere, proseguiva nel seguente risvolto.

Capita quasi regolarmente che ai figli, non presenti al momento del patto tra i genitori
− l’amore, se esiste, è pattizio, giuridico benché distinto da contrattuale, come è patto un appuntamento, e la psicoanalisi ne è un caso −,
venga fatto obbligo di amare i genitori.

Ma questo è un ricatto irresistibile peggio che mafioso, per il fatto di imporre un presupposto, e anche contro il buon senso del Quarto comandamento, che non impone affatto di amarli ma consiglia solo di “onorarli” indipendentemente dal fatto che lo meritino, e perfino dal fatto che meritino la forca:
la famiglia viene così affondata fin dall’inizio, anche se poi le cure palliative l’hanno fatta mediocremente galleggiare.

Un mio cliente che ha sempre concepito in termini pedagogici la sua relazione con i propri figli, mi ha fatto un appunto sulla psicoanalisi:
questa non avrebbe il senso della famiglia, malgrado la mia insistenza sul regime dell’appuntamento esteso anche ad essa.

Gli ho solo fatto osservare che non era osservatore.

Infatti i figli, che invece sono osservatori anzitutto con intelletto uditivo, fin dall’inizio, più ore al giorno e per anni osservano i loro genitori nei loro discorsi a ogni riguardo, e in particolare nei riguardi che essi hanno tra loro, nel loro discorrere con amici e visitatori, nelle loro telefonate, nei loro giudizi sul mondo, nei loro commenti a un film, registrano tutto senza rispetto alcuno per la loro privacy:
ci manca solo che trasmettano le registrazioni ai giornalisti, cosa che faranno anni dopo se si rivolgeranno a un giornalista-analista:
di questi discorsi la parte educativa, buona o meno buona, è solo una piccola percentuale.

Questi discorsi sono la prima eredità dei figli − ripeto che “figlio” significa erede −, e nell’eredità si può ereditare anche il peggio (anzitutto la patologia dei genitori), e senza che i figli abbiano l’opportunità del beneficio d’inventario, che anzi gli viene proibito e proprio in nome dell’“amore” che sarebbe dovuto ai genitori:
in questo caso “amore” significa inganno per-fido, che carpisce la buona fede, l’unico scandalo:
qualcuno diceva che sarebbe meglio suicidarsi per annegamento.

La prima regola per un genitore è dunque “Bada a come parli!” o “Bada a te!”, non quella di badare ai figli:
in questo caso, c’è caso che dell’amore cominci ad albeggiare.

Ma è mai possibile che tocchi proprio a me, malvagio psicoanalista, fare l’Avvocato del matrimonio?, ho forse un mandato del Papa?:
dico del matrimonio ossia di un patto, e affare, tra un uomo e una donna, di cui i figli sono degli allegati (non l’affare né l’oggetto) che obbligano solo i genitori:
l’interessante è che i figli trattati bene − esistono solo trattamenti, e i discorsi sono trattamenti −, non carpiti nella buona fede, si obbligano volentieri, senza quelle obiezioni di principio che sono il segno dell’inizio di una patologia.

giovedì 25 marzo 2010

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 100325TH_GBC3 270 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.