UN ESPERIMENTO INTELLETTUALE 3 – DUE FATTI: DIO/PADRE, FEDE/RAGIONE

A proposito di Teologia ci si imbatte, dicevo, in due fatti propri del pensiero di natura: ad esso non consta la distinzione, logica o cronologica, tra due momenti e concetti lessicalmente distinti: 1° tra Dio e Padre, 2° tra fede e ragione.

A proposito di Teologia ci si imbatte, dicevo, in due fatti propri di un tale pensiero:
ad esso non consta la distinzione, logica o cronologica, tra due momenti e concetti lessicalmente distinti: 1° tra Dio e Padre, 2° tra fede e ragione.

1° Il pensiero di natura non comporta certo la ridicolaggine di volere proibire al linguaggio il lemma “Dio”, a condizione però di assorbirne ogni significato e attributo sul lemma “Padre”: così che non ha significato dire che qualcuno è a-teo ma soltanto che è a-patride (so bene che questa parola è già impegnata in un altro e distinto uso), ed eventualmente anti-patride. Si dovrebbe parlare allora di Patrologia (altra parola già impegnata).

Con la conseguenza che “Dio” e “Padre” non possono intitolare due trattazioni distinte, o capitoli distinti di una medesima trattazione.

Potrei dire che si comincia (logicamente) dal Padre nostro, non da “Dio”, riconoscendo allo stesso tempo che la questione del significato si è soltanto spostata: “Padre” ha significato?

É la questione in cui mi sono imbattuto con J. Lacan, il cui radicalismo al riguardo mi ha orientato (egli sfidava a trovare un significato di “Padre” partendo dalla sua negazione metodologica).

Enuncio le mie conclusioni: “Padre” ha significato o concetto (ma non basta il concetto a farne la realtà) se designa:

A. il principio unificante di un “Regno” (antico lessico) o universo non anzitutto fisico ma come uni-verso umano, che tale è se uni-versificabile in senso (reale) e significato (intellettuale). E’ il concetto di un unico legame sociale o Ordinamento (legame sociale non significa comando né Führerprinzip quantunque sommo e buono).

L’unificabilità ne comporta il pensiero articolato: ciò esclude la stupefazione universale degli unificati.

L’universo è uni-versificabile non solo a partire dal disordine del “mondo” che è anche disordine del corpo (diciamo dal peccato originale): lo è e in primo luogo nel senso di semper condendum.   …

Leggi tutto

Pubblicato sul sito www.culturacattolica.it  domenica 9 agosto 2009


Download

File Dimensione del file
pdf 090809CC_GBC3 366 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2021 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016



Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Contatore utenti connessi