UN ESPERIMENTO INTELLETTUALE

“Tutto il pensiero al singolo” è il titolo dato da Fausto Capucciati alla sua Tesi di Dottorato alla Facoltà di Teologia di Lugano, oggi trasposta in libro.

Questo titolo è stato preso da una mia Prolusione sulla falsariga del noto slogan di V. I. Lenin “Tutto il potere ai Soviet”. Lascio al lettore di giudicare se il mio slogan sia leninista: certo lo è nel potere di pensare il potere.

Nel passaggio da “potere” a “pensiero” è implicita una critica che svolgo da tempo, precisamente all’uso acritico invalso ovunque della parola “Potere” esclusivamente come sostantivo designante una sostanza, un oscuro e implicitamente violento ipokéimenon, e mai come il verbo “potere” designante una facoltà (ho particolarmente ma non esclusivamente di mira M. Foucault). In tedesco la distinzione è lessicalmente marcata: Macht e können. Il campo di estensione dei due usi una volta distinti è illimitato, fino a distinguere due civiltà.

L’esclusività del primo uso è la paranoia persecutoria derivante dalla censura del secondo.

Si provi, anche solo ad experimentum, ad applicare anche a “Dio” questa distinzione, per poi scoprirne risultati e beneficî: il primo è per “Dio” stesso, cioè per noi, non più pensato nella roboanza del Potere della sua muscolatura spirituale.

Rammento inoltre che quella volta che Gesù è entrato in argomento, ha usato il verbo non il sostantivo, “senza me non potete”: e se proseguissi lo farei con la mia esegesi “senza il mio pensiero non potete”, e non “senza il mio Potere non potete”.

Ben noto è il detto, muscoloso ma illusorio (ci sono anche illusioni sanguinarie), “volere è potere”: da parte mia sostengo che “pensare è potere” verbo modesto in significato e senso. La modestia è una virtù non una misura, così come la prudenza, come in “iurisprudentia”, è una forma del sapere, non una inibizione volontaria.

Nella nostra civiltà il pensiero esiste allo stato di debilitazione, la quale non si esime mai dal trovare formulazione anche come patologia. Non proseguirò ora, come farei in altra sede, a correlare, nella loro distinzione e inconfondibilità, patologia con delitto o peccato.  …

Leggi tutto


Prefazione a F. Capucciati, Tutto il pensiero al singolo, TEP, Pisa 2009.


Download

File Dimensione del file
pdf UN ESPERIMENTO INTELLETTUALE 246 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.