UNA GALLERIA DI QUADRI

Come rivoluzionario francese non avrei ghigliottinato Luigi XVI e Maria Antonietta, né come rivoluzionario bolscevico avrei giustiziato Nicola II Romanov e la sua famiglia e, non perché meno rivoluzionario, li avrei tenuti come Galleria, prima e dopo la loro morte:
naturalmente li avrei voluti reazionari, per tenere vivo il confronto con il prima senza censura, o riforma.

Dell’Ancien régime − ma oggi lo chiamo “uomo vecchio”, tanto più presente in era postrivoluzionaria −, e in particolare della mia psicopatologia, devo fare una Galleria se voglio guarire, e visitarla di quando in quando:
la Galleria sostituisce i fantasmi.

Della mia psicopatologia fanno parte i “miei vecchi”, come si dice:
anch’io ho avuto i “miei morti”, e preferisco quelli che non hanno posto le loro ipoteche di vita sulla mia, cioè che sono morti davvero:
i melanconici sono quelli che non muoiono mai nemmeno nella fossa, e lasciano in me le loro leggi non scritte dette “degli dei”.

Intendo una galleria di quadri indubbiamente astratti non realistici, metafisici come ha tentato di esserlo la pittura metafisica di De Chirico:
saremmo artisti se mettessimo in cornice i quadri (non ritratti) delle nostre patologie.

Uno potrebbe anche invitare gli amici a visitarla, facendone il Cicerone:
con ciò non farebbe confidenze private, il che sarebbe dimostrato dal fatto che molti vi si riconoscerebbero, ossia dall’universalità del quadro.

Avremmo collezioni private aperte a un’Esposizione universale dell’uomo vecchio e della patologia:
in cui verrebbero onorate le prodezze degne di miglior causa dell’atto di pensiero dell’io fuggitivo e compromissorio degli autori.

PS

É ciò che non sappiamo fare noi psicoanalisti quando esponiamo dei casi.

venerdì 15 luglio 2011

Download

Pubblicato su www.giacomocontri.it


Download

File Dimensione del file
pdf 110715TH_GBC3 248 KB

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Copyright © 2020 Giacomo B. Contri - C.F. CNTGMB41S04E379X
Copyright - Contatti - Tutela della Privacy - Cookie Policy


Credits


Data di pubblicazione: 05/06/2016

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.